• Regno Unito
- 2019 - 94'
Lingua: Inglese - Sottotitoli: Italiani

SINOSSI

Dopo aver causato la più grande fuga di segreti militari nella storia degli Stati Uniti, passando 750.000 documenti a Wikileaks, l’ex soldato e oggi donna trans Chelsea Manning avrebbe dovuto passare il resto della vita in una prigione militare maschile. A sorpresa invece il 17 gennaio 2017 il presidente Obama commutava la sua sentenza, con una mossa senza precedenti che divideva il paese. XY Chelsea è il ritratto intimo di una donna affascinante, unica e complessa, una vera ribelle e outsider, che dopo aver fatto la storia e resistito sette anni in carcere, deve ora iniziare una nuova vita, in un mondo tutt’altro che accogliente, all’ombra del crescente nazionalismo e dell’intolleranza che fomentano odio e divisione in tutta l’America.

Festival:
  • Tribeca
  • HotDocs

LINK

Sito ufficiale


BIOGRAFIA

Tim Travers Hawkins è un pluripremiato regista indipendente, direttore della fotografia e artista multimediale. Ha co-fondato il collettivo colombiano di cinema sperimentale Cinemachete, il cui lavoro include El Otro Lado de Lado de La Cienaga (2007), Oury Jalloh (2008) e Posh (2010). Ha inoltre collaborato all'acclamato film d'animazione 1000 Voices (2008), Surpriseville (2012) e al progetto interattivo multimediale Invisible Picture Show (2014), installato presso le Nazioni Unite a New York e l'UNHCR a Ginevra.

DICHIARAZIONE DELL'AUTORE

Il film nasceva con una protagonista invisibile. La mia idea era allora, ed è rimasta, quella di un ritratto, in cui personale e politico si intrecciano e scontrano nel modo più attuale e spettacolare: un racconto di formazione che coglie lo spirito di questo inizio millennio. Quando io e Chelsea abbiamo iniziato a parlare, lei si trovava in una prigione militare maschile nel Kansas. Non avevo altro accesso che attraverso lettere e telefonate, lei stessa si era definita “l’incubo peggiore” per un documentarista. Eppure sapevo che, nonostante quelle restrizioni, o per via di quelle restrizioni, era necessario trovare un modo emozionante, empatico e profondamente umano per raccontare questa storia sul grande schermo. Chelsea emerge dalla prigione come una persona complessa e sfaccettata, come ognuno di noi. Non ricade in categorie banali, non è né un’eroina né una traditrice, eccede i giudizi e le aspettative sia dai suoi sostenitori che di coloro che la accusano di essere una sovversiva. La vicenda di Chelsea richiama l’archetipo di Davide e Golia, radicato nel modo in cui pensiamo a noi stessi in relazione alle forze e strutture di potere che dettano i percorsi della nostra vita. Le conseguenze delle rivelazioni di Chelsea non saranno pienamente colte o comprese per anni a venire, ma l'essenza del suo atto di sfida, e il modo in cui è stata repentinamente schiacciata dal potere dello stato, rappresentano una lunga tradizione di individui che hanno scelto di sfidare un potere insopportabile e implacabile. Tim Travers Hawkins

IMMAGINI


ALTRI FILM SU QUESTI TEMI

X