Powerless

Katiyabaaz

Regia:
  • Deepti Kakkar
  • Fahad Mustafa
  • India
- 2013 - 80'
Lingua: Inglese e hindi - Sottotitoli: Italiani
Anteprima: Italiana

SINOSSI

Un elettricista di Kanpur in India è noto per la sua destrezza nel rubare la corrente elettrica per fornirla ai sobborghi più poveri. Sfidando scosse e blackout gestisce i precari allacciamenti illegali in modo che case, laboratori e negozi possano funzionare. L’amministrazione cittadina rinnova il giro di vite contro la pratica, ma scatena rabbia e proteste. Il caso di Kanpur, capitale indiana delle concerie, è specchio del dissesto di un paese in cui un terzo della popolazione resta priva dell’essenziale, e il resto è in balia delle interruzioni di corrente, come quella epocale che nel 2012 lasciò al buio 600 milioni di persone. Powerless racconta in un’ottica inedita, con due splendidi protagonisti, i retroscena di una delle economie mondiali in più rapida crescita.

Festival:
  • Berlinale
  • Tribeca
  • IDFA
  • Dubai

LINK

Sito ufficiale

Pagina Facebook


DICHIARAZIONE DEL REGISTA

«Le nostre memorie della città di Kanpur erano principalmente di lunghe, disagiate, aride estati passate senza elettricità. Ricordavamo parenti alle prese con la disoccupazione per la chiusura delle fabbriche, e come negli anni successivi la situazione della fornitura elettrica fosse ulteriormente peggiorata. Il sostentamento stesso degli abitanti era a rischio, e sentivamo sempre storie di parenti e amici di famiglia che perdevano i loro averi e affari. La figura di Loha Singh è un riflesso di questo recente passato, il furto di elettricità è la sua unica sua fonte di mantenimento, un compito molto pericoloso, potenzialmente mortale, che pure lui affronta con un piglio e un coraggio tipico degli abitanti della regione. L'attuale situazione di Kanpur che volevamo raccontare è comune a quelle di tante altre aree urbane in India. All'istinto riformista dell'altra protagonista del film, Ritu, al suo impegno per cambiare la città, si oppongono lo spirito e l'ingenuità di Loha; quest'ultimo un ladro, l'altra una sorta di poliziotto. Anche se in fin dei conti stanno entrambi combattendo per una causa comune, quella di illuminare le vite dei loro concittadini. Per certi versi Kanpur è sulla frontiera della globalizzazione, è un microcosmo che evidenzia i problemi infrastrutturali che l'India affronta oggi. Nelle nazioni sviluppate la fornitura di corrente è data per scontata, mentre in India molti devono ricorrere tutta la vita ai generatori elettrici. La crisi energetica indiana riflette anche questioni globali come il cambiamento climatico e la responsabilità sociale delle grandi corporation. Infine, mentre è meno evidente nei villaggi in cui nessuno ha accesso ad alcun tipo di fornitura elettrica, a Kanpur è chiaro come la carenza di elettricità diventi causa dell'ingresso e discesa in una spirale di povertà». Fahad Mustafa e Deepti Kakkar

IMMAGINI

X