An African Election

Regia:
  • Jarreth Merz
  • Kevin Merz
  • Ghana
  • Stati Uniti
  • Svizzera
- 2010 - 89'

SINOSSI

Le elezioni del 2008 in Ghana sono l’occasione per osservare il funzionamento di una democrazia ancora giovane, impegnata a legittimarsi agli occhi del resto del mondo, e per uno sguardo inedito sulla situazione politica e sociale dell’Africa occidentale. I candidati dei due maggiori partiti, seguiti per tre mesi dai registi, sono disposti quasi a tutto per vincere il confronto. Il giorno del voto, pur con qualche intoppo, tutto sembra procedere in modo regolare agli occhi degli osservatori internazionali. Ma quando il conteggio indica un testa a testa da cardiopalma tra i due candidati-premier, il processo democratico torna ad essere minacciato da tensioni represse e tentazioni autoritarie.


LINK

Sito ufficiale

Pagina Facebook


DICHIARAZIONE DEL REGISTA

Il film è nato come viaggio di ritorno verso l'Africa della mia infanzia. Nel 2008 erano ormai 28 anni dall'ultima volta che ero stato in Ghana, dove avevo passato 7 anni da bambino. Si avvicinava il mio 40° compleanno, la mia storia personale improvvisamente mi sembrava più importante. I paesaggi dell'infanzia lasciano dei segni indelebili, e volevo tornare nel luogo delle mie prime memorie emotive. Il fatto che il mio viaggio fosse previsto quando si sarebbero tenute le elezioni presidenziali in Ghana, e mentre gli Stati Uniti si apprestavano a votare il primo presidente di colore, è stata inizialmente una coincidenza. Poi quelle due elezioni, negli USA come in un paese relativamente piccolo come il Ghana, sono state l'occasione per una riflessione, mi hanno aperto gli occhi sulla realtà della politica attuale in un mondo velocizzato e globalizzato; un mondo in cui si vive tra alta tecnologia e medioevo; in cui domina il denaro e dove la fame e la paura ancora minacciano l'integrità degli uomini. Eppure, il Ghana sembrava differente. Malgrado la povertà e le dure condizioni di vita, il paese si era aggrappato all'eredità culturale e spirituale che ha reso i ghaneani un popolo così fiero. Avevo anch'io, alla soglia dei miei 40 anni, un'identità spirituale e culturale? Ero lì per per scoprire anche questo. (Jarreth Merz, regista)

IMMAGINI


ALTRI FILM SU QUESTI TEMI

X